Giustizia e letteratura (Law and Literature) - A.A. 2018-2019


header-image

X Ciclo seminariale "Giustizia e letteratura" (Law and Literature)

Il viaggio letterario della Giustizia. Storie di scoperte, colonizzazioni, migrazioni , turismi

I Seminario: 15 novembre 2018, Ore 16.30
II Seminario: 21 marzo 2018, Ore 16.30
Convegno conclusivo: 11 aprile 2018, Ore 9.30 - 18.30

Giustizia e letteratura (Law and Literature) - A.A. 2018-2019

Il X Ciclo seminariale di “Giustizia e letteratura (Law and Literature)”, organizzato dall’Alta Scuola “Federico Stella” sulla Giustizia Penale – ASGP dell’Università Cattolica del Sacro Cuore si compone da due seminari e un convegno conclusivo e ha carattere monografico, concentrandosi sul tema del viaggio nelle molteplici forme raccontate dalla letteratura. Da qui il titolo del Ciclo: “Il viaggio letterario della Giustizia. Storie di scoperte, colonizzazioni, migrazioni, turismi”.

La scelta monografica è animata dalla finalità, che ha caratterizzato gli interi cicli precedenti di “Giustizia e letteratura”, di creare un dialogo, fatto di “ponti”, tra l’universo letterario, denso di storie e narrazioni individuali, e il mondo del diritto, costituito da norme e convenzioni sociali. Al centro di questo “discorso”, parafrasando una celebre espressione di Annah Arendt, per rendere “il mondo più umano”, vi è il tentativo di delineare una teoria concretamente attuabile e percorribile della Giustizia. Una teoria che superi la mera concezione retributiva, intesa quale riproposizione del male subito, e sia espressione di ascolto, dialogo e riconoscimento dell’altro da sé. In questi termini il tema del viaggio, declinato nelle forme della scoperta, della colonizzazione, della migrazione e del turismo, assume un connotato paradigmatico delle tipologie di “percorsi di giustizia” narrati dalla letteratura che possono fungere da monito al moderno legislatore penale. Soprattutto in un periodo storico, come quello attuale, caratterizzato da esacerbate tensioni tra popoli derivanti, tra gli altri fattori, da un elevato fenomeno migratorio che riflette in maniere sempre più evidente le forti diseguaglianze economiche che caratterizzano la globalizzazione.

Il viaggio, infatti, è una delle metafore più significative e presenti  nell’immaginario collettivo occidentale: è un vero e proprio topos letterario, che nei diversi periodi storici assume connotati diversi fornendo una percezione concreta del succedersi delle civiltà, pur conservando il suo principale significato di conquista, ma anche di catarsi, attraverso il superamento di ostacoli e avversità che mettono alla prova i limiti dell’individuo.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti