L’ordinamento lessicale dei beni giuridici personali nella parte speciale del Codice Penale


L’ordinamento lessicale dei beni giuridici personali nella parte speciale del Codice Penale

Nel contributo, attingendo alla "teoria delle capacità" (unitamente ad alcune osservazioni sulla teoria della giustizia di J. Rawls), viene delineato un "ordinamento lessicale" dei principali interessi personali protetti in diversi codici penali del mondo. Una caratteristica distintiva del saggio è che riporta i risultati di un'indagine condotta tra il 2005 e il 2006 mediante i metodi della ricerca empirica al fine di acquisire conoscenze mediante l'osservazione o l'esperienza diretta e indiretta delle normative penali, come se fossero dati empirici. Tutti gli interessi sono inquadrati in singole "capacità", considerate come variabili della ricerca. Vengono analizzate la relazione tra queste variabili e l'incidenza di ciascuna di esse ed avanzate alcune ipotesi di politica criminale basate su tali risultati.

Titolo: L'ordinamento lessicale dei beni giuridici personali nella parte speciale del Codice Penale in L. Picotti (a cura di), Quaderni per la riforma del Codice Penale. Tutela della persona e nuove tecnologie

Autori: G. Forti

Editore: CEDAM

Luogo e anno di pubblicazione: Padova, 2013

ISBN: 978-88-13-26225-9

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti