La tutela penale dei beni culturali nella prospettiva della riforma

 

Giovedì 10 marzo 2022, ore 14.30-19.00
Aula Pio XI
- Largo Gemelli, 1 Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano

Modalità di partecipazione: in presenza - ove consentito dalla situazione sanitaria - e online.

Per partecipare è necessario iscriversi al seguente link

Il Consiglio Nazionale Forense ha riconosciuto n. 3 crediti formativi.

 


Il traffico di beni culturali e, più in generale, i reati contro il patrimonio culturale costituiscono un fenomeno lungamente sottovalutato e che tuttavia in anni recenti ha attirato crescente attenzione, a livello sia europeo sia internazionale, per la sua dimensione propriamente criminale. Da circa dieci anni, in particolare, si avvertono spinte crescenti a un rafforzamento della tutela (anche) penale per beni di assoluta rilevanza per le generazioni presenti e future e che, nell’ordinamento italiano, presentano altresì rilievo costituzionale. Il legislatore nazionale, dopo numerosi tentativi falliti, sembra ora in procinto di portare a termine una complessiva riforma dei delitti contro il patrimonio culturale, destinati a trovare collocazione in un apposito nuovo titolo del Codice penale. Il presente convegno si propone dunque un’analisi e una riflessione critica in relazione alla criminalità che aggredisce il patrimonio culturale e alla reazione dell’ordinamento penale alla stessa, in una prospettiva de lege lata e de lege ferenda.



Programma:

Ore 14.30

Saluti istituzionali:
Antonella OCCHINO, Preside, Facoltà di Economia, Università Cattolica del Sacro Cuore
Stefano SOLIMANO, Preside, Facoltà di Giurisprudenza, Università Cattolica del Sacro Cuore
Alessandro D’ADDA, Direttore, Dipartimento di Diritto Privato e Pubblico dell’Economia, Università Cattolica del Sacro Cuore
Gabrio FORTI, Direttore, Alta Scuola “Federico Stella” sulla Giustizia Penale
Piergiuseppe BIANDRINO, Presidente, Fondazione Centro Nazionale di Prevenzione e Difesa Sociale

Introduce e presiede:
Francesco D’ALESSANDRO, Ordinario di Diritto penale, Coordinatore, CdS in Economia e gestione dei beni culturali, Università Cattolica del Sacro Cuore


Ore 15.00
UNESCO’s contribution to recent developments in the international protection of cultural heritage
Matteo ROSATI, Officer-in-Charge of the Culture Unit, UNESCO Regional Bureau for Science and Culture in Europe


Ore 15.20
La riforma in prospettiva di sistema
Lorenzo CASINI, Capo di Gabinetto del Ministero della Cultura, Ordinario di Diritto amministrativo, Scuola IMT Alti Studi di Lucca


Ore 15.40
La circolazione internazionale e il ruolo delle organizzazioni criminali
Arianna VISCONTI, Associato di Diritto penale, Università Cattolica del Sacro Cuore


Ore 16.00
Il procacciamento illecito e il danneggiamento di beni culturali
Gian Paolo DEMURO, Ordinario di Diritto penale, Università degli Studi di Sassari


Ore 16.20
La repressione del ‘crimine dei colletti bianchi’ nel mercato dell’arte e delle antichità
Gaetana MORGANTE, Ordinario di Diritto penale, Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna, Pisa


Ore 16.40
Profili processuali della riforma
Luca LUPARIA DONATI, Ordinario di Diritto processuale penale, Università degli Studi Roma Tre


Ore 17.00
Problematiche attuali nella repressione penale del traffico e degli altri reati contro il patrimonio culturale
Alessio SCARCELLA, Consigliere della Suprema Corte di Cassazione
Claudio SANZÒ, Maggiore dei Carabinieri, Comando Tutela Patrimonio Culturale


Ore 17.40
Intervento programmato: Opportunità di emersione del sommerso? La possibile inclusione di una disposizione premiale
Eliana ROMANELLI, Dottoranda, Università Cattolica del Sacro Cuore
 


Ore 17.50
Dibattito


Ore 18.30
Conclusioni. Quali prospettive per il diritto penale dei beni culturali?
Stefano MANACORDA, Ordinario di Diritto penale, Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanvitelli’


 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti